16 misurazioni corporee negli sport da combattimento, cosa sono e a cosa servono

Cerca nel sito

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email

Articoli recenti

Cosa sono le misurazioni corporee e a cosa servono negli sport da combattimento?

Prima di dirtelo, ti voglio far leggere questa citazione che mi sta molto a cuore!

 

“Il dottore del futuro non darà medicine,

ma invece motiverà i suoi pazienti

ad avere cura del proprio corpo,

alla dieta, ed alla causa

 e prevenzione della malattia.”

Thomas Alva Edison

 

È inutile che provi a resistere, se vuoi che io ti alleni al meglio, dovrai dirmi davvero tutto di te!

Negli sport da combattimento il controllo del peso e della massa corporea è fondamentale, se è vero che più sei pesante, più potenzialmente i tuoi colpi possono risultare potenti, è anche vero che un eccesso di massa grassa rallenta il fighter, ne limita l’agilità e può provocare disturbi di vario genere a livello fisico che ne possono compromettere la carriera. Io non ti voglio spingere a dimagrire per fare il figo con le ragazze o con chi ti piace, io voglio ricercare l’equilibrio perfetto per renderti un combattente professionista in grado di scalare qualsiasi vetta, di raggiungere qualsiasi traguardo.

Dunque per avere il giusto bilanciamento fra massa magra e massa grassa, dovrai mettere nelle mani del tuo allenatore i tuoi segreti. Ovviamente non parlo dei tuoi problemi con la fidanzata o fidanzato, né di quanti soldi hai nel conto corrente segreto alle Isole Cayman, ma del tuo corpo dovrò davvero conoscere tutti i segreti e se ne hai anche solo un minimo di vergogna, il nostro percorso potrebbe avere delle difficoltà, io sono qui per aiutarti a diventare fisicamente esplosivo e tirare fuori il meglio che il tuo corpo può esprimere, quindi lascia andare tutti i piccoli imbarazzi e lasciami scoprire i segreti del tuo corpo.

 

Quello che dovremo calcolare sono i tuoi parametri corporei, cosa sono?

 

Per spiegartelo, scomodo nuovamente la scienza e per la precisione l’antropometria, che è la scienza che studia le misure del corpo umano nel suo insieme (statura, peso) e nelle sue diverse parti (testa, tronco, arti).

Tramite il calcolo antropometrico potremo andare a definire con precisione qual è la tua composizione corporea, cioè la misura dei diversi componenti che costituiscono il tuo corpo.

Tramite questa misurazione andremo a ricercare la tua perfetta omeostati nutrizionale, cioè l’ottimale rapporto fra:

  • Massa magra (FFM);
  • Massa grassa (FM);

Ma a cosa servono le misure antropometriche del corpo negli sport da combattimento?

Se hai iniziato un percorso di allenamento e preparazione atletica per uno sport da combattimento, devi verificare le tue misure, perché significa verificare con precisione scientifica i tuoi progressi. La nostra ricerca è il perfetto equilibrio fra massa magra e massa grassa, possiamo pesarci anche cento volte al giorno, possiamo godere dei complimenti degli amici sul quanto stiamo migliorando, ma la precisione di questo tipo di misurazioni è l’unica cosa che può darci certezza se siamo sulla strada giusta o dobbiamo variare qualcosa nel nostro percorso. I tuoi colpi devono essere rapidi ed esplosivi, il tuo metabolismo deve funzionare perfettamente, la tua massa muscolare deve essere adeguata alla tua categoria e prontezza, agilità e potenza devono essere il tuo mantra. Per fare tutto ciò l’equilibrio della massa magra e della massa grassa deve essere perfetta.

Sono tre i fattori che ci spingono a raggiungere questo equilibrio e a limitare la massa grassa, averne un eccesso significa:

 

  • Spostare più peso quindi minore agilità;
  • Conseguente meno velocità dei colpi;
  • Decisamente meno resistenza;

 

Essere un buon fighter invece significa essere agile, rapido nei colpi e resistente alla fatica.

 

Ma veniamo al pratico: quali sono queste misure?

Questa è la tabella che uso quando seguo i miei atleti:

 

tabella misurazioni quotidiane

 

I miei atleti misurano giornalmente:

  • Peso corporeo: misurato al mattino appena svegli e prima di far colazione;
  • Centimetri circonferenza addome: misurata al mattino appena svegli e prima di far colazione;
  • Centimetri circonferenza coscia: misurata al mattino appena svegli e prima di far colazione;

La media settimanale di questi primi tre parametri ci permette di monitorare facilmente ed in corso d'opera se il calo peso sta procedendo bene, e se il peso che perdi è soprattutto massa grassa (le due circonferenze prese in esame sono inerenti i punti di maggior accumulo di grasso, pertanto se il peso scende ma le due circonferenze non scendono abbastanza velocemente, con ogni probabilità stai perdendo più massa magra rispetto a quella grassa)

  • rMSSD: Valore quadratico medio delle differenze successive dei battiti cardiaci;
  • Fc rest: frequenza cardiaca a riposo;

Questi due parametri, misurati entrambi al mattino appena svegli, ci permettono di monitorare lo stato di fatica post-allenamento. In sostanza, ci permette di quantificare numericamente se stai andando in sovra-allenamento o possiamo continuare ad allenarci costantemente

  • TEMP° corporea: questa è direttamente collegata al nostro metabolismo. Se durante il calo peso non si mantiene nella media, stiamo sbagliando qualcosa in quanto molto probabilmente il nostro metabolismo sta rallentando;
  • WC si/no: si, devo sapere se caghi tutti i giorni e se lo fai prima o dopo esserti pesato; se soffri di stitichezza e non vai al bagno da una settimana, con ogni probabilità non mi troverò nemmeno un calo del peso in corso d'opera;
  • Ore sonno: il sonno è importantissimo per il recupero; è un altro parametro fondamentale per capire se hai recuperato dall'allenamento precedente. Se dormi poco, ovviamente avrai recuperato meno;
  • Qualità Sonno: un sonno spezzato fa recuperare molto meno di un sonno effettuato a pieno per 8 ore. Altro parametro utile a capire quanto e come stai recuperando dall'allenamento;
  • Work-Out: capita che seguo dei fighter a distanza, pertanto ho necessità di sapere quando si allenano e rapportarlo a tutti gli altri parametri;
  • RPE WO: valore che da 1 a 10 in base all'intensità d'allenamento percepita dal fighter. Anche il feedback soggettivo è molto importante nel leggere tutti questi dati nella loro completezza;
  • Acqua: quanta acqua bevi giornalmente;
  • Carboidrati: totale assunti durante il giorno;
  • Proteine: totale assunti durante il giorno;
  • Grassi: totale assunti durante il giorno;
  • Fibre: totale assunti durante il giorno;
  • KCAL totali: totale assunti durante il giorno calcolati in automatico in base ai macronutrienti assunti;

I macronutrienti assunti durante la giornata chiudono il cerchio del monitoraggio quotidiano in quanto, in base a quanta energia ingerita e consumata e conseguenti effetti ribaltati sull'organismo (peso, circonferenze, fatica residua, recupero, ecc) mi permette di definire le linee guida da seguire passo passo per raggiungere il top della forma.

 

Approfondiremo ogni aspetto di questi parametri e definiremo come l'allenamento specifico può portarli al livello perfetto nei prossimi articoli del blog, intanto ti consiglio di iniziare ad approfondire il concetto di "forza massima" leggendo questo articolo:

 

https://www.combattraining.it/forza-massima-come-aumentarla-per-migliorare-i-colpi-da-ko-parte-1/

 

Ma qual è il giusto rapporto fra massa grassa e massa magra?

 

La massa grassa è formata dalle cellule in cui si accumula il grasso; la massa grassa ideale delle donne giovani è tra il 25% e il 28%. La massa grassa ideale degli uomini giovani varia tra il 12% e il 15%. La massa grassa, sia nelle donne che negli uomini, aumenta con l'età.

 

Ciò che andremo a ricercare sarà questo equilibrio e ricorda che l’impegno è e sarà sempre quello che ti premierà, davanti le difficoltà la conoscenza di quello che stai facendo e la concretezza scientifica del dove vuoi arrivare, ti aiuteranno a vivere il tuo sforzo con maggiore determinazione.

 

Ora e sempre “Per aspera ad astra!”