Skip to content

PERCHE’ UN FIGHTER NON PUO’ SOLLEVARE PESO COME UN BODYBUILDER

Condividi su:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Nella scorsa nota, ho parlato dei motivi per cui un Fighter non può allenarsi come un powerlifter.

Il messaggio che vi ho lasciato è riassunto in questi due punti:

  • Le alzate fondamentali praticate nel powerlifting non sono l’unico modo di poter allenare la forza;
  • Un integrazione di esercizi unilaterali negli allenamenti, dona un incremento della performance maggiore rispetto all’utilizzo delle sole alzate fondamentali.

Dopo l’articolo riguardante questo argomento sorge una domanda spontanea:

 

Come ci si deve organizzare per sollevare peso?

Sicuramente non come un BodyBuilder.

 

Un errore che vedo spesso negli allenamenti di un Fighter è l’utilizzo di “routine da bodybuilding”. Così tu sentirai spesso dire “faccio petto e bicipiti il lunedì, spalle e tricipiti il mercoledì, mentre le gambe non le alleno perché faccio un sacco di round di salti corda”.

 

Ma il bodybuilding, avendo come obiettivo principale la costruzione muscolare, richiede di spendere molte ore nel sollevamento pesi raggiungendo sempre l’esaurimento muscolare, al fine di stimolare l’ipertrofia il più possibile, e di seguire ristrettezze nutrizionali per arrivare al top della forma alla propria competizione, ovvero esibirsi semplicemente su un palco.

 

Pertanto voglio ricordare a tutti i Fighter che l’allenamento della Forza dovrebbe essere un supplemento – fondamentale – nei propri allenamenti, ma non il principale.

 

Come Fighter pertanto, non puoi e NON DEVI allenarti come un BodyBuilder.

 

Quindi come sollevare i pesi?

 

Un concetto che ho imparato nel corso del tempo da molti esperti (Gray Cook in primis) e di cui ho fatto un concetto fondamentale dei miei allenamenti è:

 

ALLENA I MOVIMENTI, NON I SINGOLI MUSCOLI

 

Ciò vuol dire che il nostro focus degli allenamenti deve andare sui movimenti umani basilari, ovvero dobbiamo lavorare sui gruppi di muscoli che lavorano in sinergia nei vari movimenti.

 

Ciò detto, non dobbiamo pensare più quindi al bicipite o al tricipite.

 

Ma quali sono questi movimenti?

 

Tranquillo.

 

Sono pochi e te li descrivo qui di seguito così non c’è bisogno che te li vai a cercare in giro per internet:

  • Movimento di Squat
    • Esempio: alzarsi da una sedia
    • Esercizi: Squat, Split Squat e varianti
  • Movimento di Hip Hinge
    • Esempio: prendere qualcosa di pesante da terra
    • Esercizi: Stacco da terra e varianti, Swing e varianti
  • Movimento di Push (Spinta) orizzontale
    • Esempio: spingere un auto in panne
    • Esercizi: Distensioni su panca e varianti
  • Movimento di Push verticale
    • Esempio: posare qualcosa su un davanzale alto
    • Esercizi: Push Press, Strict Press e varianti
  • Movimento di Pull (Tirata) orizzontale
    • Esempio: Aprire un cancello pesante
    • Esercizi: Renegade Row, Rower e varianti
  • Movimento di Pull verticale
    • Esempio: Arrampicarsi su un albero
    • Esercizi: Trazioni e varianti

Allenando quindi questi semplici movimenti fondamentali, un Fighter può diventare funzionalmente molto forte con soli 5 o 6 esercizi, quindi niente fronzoli, niente cose dell’altro mondo, niente attrezzi “unconventional”.

 

Con quanto appena descritto, vorrei ti portassi a casa solo questo importante messaggio:

 

Quando devi allenare la forza non farlo come un BodyBuilder, quando esegui gli esercizi, allena il movimento, non il singolo muscolo.

 

PER ASPERA AD ASTRA

 

Graziano

 

PS: Ti è piaciuto l’articolo? Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti..

 

Graziano Sciuto

Graziano Sciuto

Preparatore Atletico per sport da Combattimento

Vuoi conoscere i 3 enormi errori che il 97,54% degli istruttori di SdC commette senza rendersene conto?

Lasciami i tuoi contatti e riceverai nella tua casella di posta un videocorso completo dove ti spiegherò come evitarli definitivamente senza stravolgere nulla nei tuoi allenamenti e ottenere i benefici di cui non immaginavi l’esistenza